L’IMPORTANZA DI CREARE SPAZIO IN UNA RELAZIONE

Quante volte ci è capitato di provare per qualcuno un’attrazione molto forte? Capita spesso a tutti noi, ed è naturale: ogni persona può riflettere, in un dato momento, come uno specchio, qualcosa di cui la nostra anima deve fare esperienza per giungere a se stessa. Così arrivano da noi persone che ci mostrano ciò di cui abbiamo bisogno, e per questo ci sentiamo attratti da loro. La cosa può portarci gioia o dolore, serenità o fastidio, a seconda di come si pone il nostro ego nei confronti di quello che ci viene mostrato. Poi, ad un certo punto, di colpo o gradualmente, tutto finisce. Quella persona perde d’importanza ai nostri occhi, quello che di lei prima ci sembrava tanto attraente comincia ad annoiarci, finchè tutto si conclude, e ognuno va per la sua strada.

 

Cos’è accaduto? Semplicemente abbiamo imparato la lezione, e quella persona, quello specchio, ha esaurito il suo compito, e generalmente anche il nostro compito verso di lei si è esaurito, perché c’è sempre una reciproca corrispondenza nei rapporti fra le persone.

 

Un bel giorno, però, capita qualcosa di diverso: incontriamo qualcuno che ci attrae in un modo particolare: proviamo una forte attrazione sessuale, una grande dolcezza, un desiderio di condividere con questa persona il nostro percorso in un modo nuovo. Amiamo ogni suo tratto e la cosa persiste nel tempo, a dispetto di tutte le avversità o dei momenti non facili in cui ci troviamo. Nel nostro cuore siamo certi che anche lei ci ami profondamente, ma vediamo che questo amore che proviamo, e il mondo che attraverso noi e quello che facciamo giunge a lei, la spaventa tremendamente.

 

Con ogni probabilità noi siamo, in questo momento, più forti di quella persona, e la nostra forza si riversa su di lei in un modo “caparbio”, anche se noi non ce ne accorgiamo. Siamo lì, pieni di luce, splendenti di forza, di bellezza e irradiamo tutto questo sull’altra persona con un tale impeto e una tale decisione, che non è infrequente che lei si senta oppressa. Cosa succede allora? Molto spesso questa persona  si allontana da noi. Ci ama ma, essendosi convinta che non può reggere il nostro passo, si convince anche del fatto che, dopotutto non ci ama poi così tanto, e che sia molto meglio lasciarci andare.

 

A questo punto possono accadere due cose: se siamo ancora incastrati nell’ego, il che significa incastrati nelle paure e nei dubbi sul nostro valore, reagiamo spesso arrabbiandoci, perché la rabbia ci fa sentire padroni della situazione e non vittime. Ragioniamo infatti più o meno così: “Ma come, io ti sono sempre stata/o vicino, ho cercato di capirti, di incoraggiarti, di mostrarti continuamente quanto vali e come potresti esprimere al meglio le tue potenzialità, e tu mi lasci perdere? Allora forse veramente non meriti le mie attenzioni. Arrangiati e sparisci dalla mia vita!”

Capita spesso vero? Certamente ne soffriamo per un po’, ma tentiamo di convincerci anche noi che sia meglio così. Il cuore, però ha ricevuto una ferita e questo purtroppo avrà conseguenze anche su altre relazioni future, a meno che non riusciamo a vedere come stanno veramente le cose, il che accade solo se siamo pronti a cambiare sul serio.

 

Se invece siamo già sufficientemente fuori dalle trappole dell’ego, siamo anche in grado di guardare alla situazione da un punto di vista esterno, in una condizione emotiva di calma neutrale, e questo ci permette di vedere le cose dal punto di vista della persona che amiamo. Come ci sentiremmo noi con qualcuno che ci sta sempre con il fiato sul collo, che pur con le migliori intenzioni del mondo sta  tentando di “cambiarci” a dispetto di quello che vogliamo, o pensiamo di volere?

Possiamo davvero guardare alle nostre potenzialità e vederle bene, come le vede lei? Provate ad immaginare di avere uno specchio davanti a voi, che riflette i vostri occhi bellissimi, i lineamenti perfetti del vostro volto, la linea dolce delle vostre labbra, ma avendolo talmente vicino da sentirlo quasi appoggiato sul vostro viso. Riuscireste a vedere quanto sono belli tutti questi particolari? Certamente no, si confonderebbero l’uno negli altri e voi non potreste avere altro che una visione di essi distorta ed estremamente confusa.

 

Immaginate adesso di allontanarvi, di spostare questo specchio che voi siete, con tutte le meraviglie che appartengono alla persona che amate ben riflesse, ma ad una certa distanza. Cosa accadrebbe?

 

La persona che amate riuscirebbe a veder molto meglio le sue proprie meraviglie riflesse in voi, non si sentirebbe più minacciata ed è molto probabile che scopra di volerci guardare in quello specchio perché, vedete, la bellezza che vede riflessa la porta dentro di sé, e siccome bellezza chiama bellezza, queste sue meraviglie vengono risvegliate in lei da ciò che sta vedendo e così  comincia a muoversi verso di voi, il che vuol dire verso se stessa.

Era attratta anche prima da voi, ma non si sentiva padrona della situazione. Adesso invece, si sente appoggiata, amata senza condizioni e, dal momento che riesce a muovere da sola le sue gambe in quella direzione, ha la sensazione di padroneggiare la cosa. Non sono quelle ricchezze a precipitare su di lei, ma è lei che si muove verso di loro e questo, vedete, questo sentirsi liberi nelle proprie scelte, è fondamentale per crescere.

 

Allora creiamo uno spazio per chi amiamo così tanto, in modo che anche loro riescano a vedere  e ad amare i propri tesori così come li vediamo e li amiamo noi. In modo che, avendo la sensazione di muoversi verso di loro, si sentano sempre più forti e sicuri e padroni della situazione.

Noi siamo lì, li attendiamo fiduciosi nella loro forza, certi di riaverli di nuovo fra le braccia e, nel frattempo, ci occupiamo con gioia del nostro percorso, e delle cose che desideriamo realizzare a prescindere da loro, dandoci da fare per allontanarci da quello che non fa più per noi, e per accogliere tutto ciò che di bello ci sta aspettando.

E facciamolo con gioia, convinti che l’”Amore che muove il sol e le altre stelle” sostiene sempre tutti i nostri progetti, e ne favorisce la realizzazione.

 

Un abbraccio luminoso e pensieri di gioia per tutti voi!

 

Ester

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *