L’IMPORTANZA DI MEDITARE CENTRANDOSI NEL CUORE

Cari amici, questo articolo nasce da una domanda che mi è stata rivolta durante la mia conferenza “L’adulto e il bambino: integrare gli opposti per crescere nella gioia”, che ho tenuto a Milano il 12 Maggio scorso.

 

Stavo facendo notare che, se si vuole imparare ad ascoltare la propria voce interiore, è molto utile, durante la meditazione, portare l’attenzione sul centro del cuore, perché quell’energia che ci collega al Divino passa attraverso questo centro energetico.

Un uomo fra il pubblico mi ha rivolto questa domanda: “Ma se durante la meditazione io mi centro sul terzo occhio dovrei riuscire a cogliere meglio il messaggio che mi proviene dal Divino, dal momento che questo centro energetico è quello della visione superiore. Perché portare l’attenzione sul cuore?”

 

Era una domanda indubbiamente sensata, ma nella risposta che gli ho dato non ho potuto chiarire in modo esaustivo quello che avevo in mente di dire, per una questione di tempi tecnici della conferenza stessa. Lo faccio quindi, qui, ora, in questa sede.

 

Il terzo occhio, cioè il sesto chakra, è sicuramente collegato alla visione superiore. Il motivo per cui, secondo me, sarebbe meglio portare prima l’attenzione sul cuore, soprattutto se non si è abituati a tacitare la mente, e con mente intendo la mente inferiore, cioè quella colorata dall’ego e dai suoi schemi mentali, è che prima di essere in grado di accedere alla mente superiore, senza pericolo di cogliere pensieri che provengono da quella inferiore, dobbiamo aver nutrito la nostra capacità di amare in modo luminoso ed equilibrato, e aver sviluppato la capacità di ascoltare la voce-guida che proviene dal centro del cuore.

 

Il Divino, infatti, si esprime essenzialmente attraverso l’energia dell’amore, e per gli esseri umani che camminano sul sentiero dell’ascensione spirituale, amare in modo incondizionato e libero dalle interferenze dell’ego, è un passo essenziale da fare se si vuole imparare a distinguere i pensieri provenienti dalla mente inferiore da quelli provenienti dalla mente superiore, in modo da dare ascolto alla vera voce del Divino e non a quella dell’ego.

 

Meditare centrandosi nel cuore è un grande aiuto in questa direzione, perché dopotutto è attraverso il centro del cuore che doniamo e riceviamo amore, e soprattutto ci aiuta a tenere ferma la mente e ad escludere i pensieri, dal momento che è molto difficile centrarsi nel cuore e dare spazio contemporaneamente ai pensieri che arrivano dalla mente inferiore.

 

Quando il nostro centro del cuore è ben nutrito ed equilibrato (e meditare con l’attenzione rivolta al cuore lo apre a questo), allora ci si può centrare anche nel terzo occhio: a quel punto, poiché siamo ben saldi nella nostra luce (che parla in noi e attraverso noi tramite il cuore), coglieremo solo i pensieri che provengono dalla mente superiore, e questo potrà portarci nuove conoscenze, nuove intuizioni, nuove ispirazioni, e risposte luminose alle nostre domande.

 

Se invece ci abituiamo a portare l’attenzione sul terzo occhio, senza avere la padronanza del centro del cuore, scambiare le risposte che provengono dalla mente inferiore per quelle della mente superiore è molto facile, perché non abbiamo il mezzo che ci permette di distinguere le due cose, senza possibilità di errore.

Per questo nella risposta che ho dato a quell’uomo dico che il terzo occhio, nella linea dei chakra è situato più in alto rispetto a quello del cuore: è necessario procedere per gradi, e non si possono saltare i passaggi obbligati, se si vuole camminare con passo sicuro: il centro che ci apre alle energie superiori della luce divina è il cuore.

Prima impariamo ad amare senza paura, con equilibrio e forza interiore, poi possiamo accedere a quello che presuppone la conquista di questa tappa: cogliere le verità superiori e usarle con saggezza nella luce.

Naturalmente questo è il mio personale punto di vista: vi invito ad accettarlo solo se vi convince.

 

Questo è il video della mia conferenza, che troverete sul canale Youtube del Gruppo Anima:

Se ti è piaciuto questo articolo ti chiedo di condividerlo sui tuoi social, così che chi sta cercando queste informazioni riesca a trovarle più facilmente.

Grazie di cuore!

Ester

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *