YONG: SIMBOLO DELL’ATTIVAZIONE DI TERZO LIVELLO

Cari amici, in questo articolo vi propongo una mia interpretazione di questo bellissimo simbolo Reiki, che è quello specifico dell’attivazione di terzo livello, cioè il simbolo che deve ricevere, attraverso l’attivazione trasmessagli da un Master, la persona che si appresta a diventare, a sua volta,  Master Reiki.

 

A dire la verità sono stata in dubbio se proporvelo qui o no, ma poi ho deciso di farvelo conoscere, adottando alcune precauzioni, onde evitare un uso non appropriato di questo simbolo. Prima di tutto, come potete vedere dalla foto, non compaiono i numeri di tracciamento, cosa da cui non si può prescindere, se si vuole usarlo per attivare qualcuno in modo corretto. Non basta infatti conoscere l’iconografia del simbolo, ma occorre anche sapere come va tracciato.

 

In secondo luogo se questo simbolo non viene incanalato da un Master, che a sua volta lo ha ricevuto, l’attivazione è nulla: l’energia che questo simbolo trasporta, cioè, non viene associata alla persona che lo riceve, quindi quella persona non si può considerare attivata. L’energia del simbolo, da questo punto di vista, non funziona.

 

Inoltre, se qualcuno fra voi che siete capitati qui avesse intenzione di usare questo simbolo per scopi diversi da quello per cui è nato o, peggio ancora, contrari alla Luce, sappia che sia il simbolo, che tutto questo articolo e il mio blog stesso, ha ricevuto, per mia richiesta, una protezione speciale dall’Arcangelo Mikhael. Motivo per cui, se tenterete di fare i furbi, in un qualunque modo, sappiate che prima o poi dovrete scontrarvi con energie di ritorno ed eventi ad esse collegati, che saranno veramente molto spiacevoli per voi.

 

Detto ciò, proseguiamo con l’articolo.

Innanzi tutto le notizie qui riportate, provengono dal mio materiale del seminario di terzo livello, che propongo ai miei allievi.

A questo proposito tengo a precisare una cosa: questo è solo uno dei modi in cui gestisco il seminario. Essendo, infatti, le persone diverse l’una dall’altra, non si può adottare un sistema standard, che sia valido per tutte; io espongo le informazioni tenendo conto della persona che devo attivare, della sua preparazione, del suo livello di cultura, delle sue preferenze e inclinazioni, e dei suoi interessi. Motivo per cui, se state meditando di prendere da me il Master, non è detto che con voi io debba gestire le cose in questo modo. La cosa migliore è contattarmi privatamente, facendomi presente che tipo di persona siete, cosa vi riesce facile e cosa difficile, e così via, in modo tale che io possa strutturare un seminario su misura per voi.

 

Cominciamo a scoprire, tramite l’uso delle lettere dell’alfabeto ebraico antico, il significato nascosto di Yong ( per maggiori informazioni sulla corrispondenza fra queste lettere e i simboli Reiki, potete leggere questo articolo qui).

 

Y = Yod = indicare, mostrare.

O = Waw, nella sua forma vocalica di o = capacità di scorgere i nessi e le differenze fra le cose.

N = Nun = le persone, il mondo creato.

G = Ghimel = avvolgere, cingere

 

Quindi il significato geroglifico di YONG è: Io indico, grazie alla capacità di scorgere i nessi e le differenze fra le cose, ciò che nelle persone è avvolto, cioè  le loro potenzialità non ancora liberate.

 

Yong, cioè, aiuta chi lo riceve, ad avere le idee più chiare, per quanto riguarda se stesso e per quanto riguarda quelli che a lui si rivolgono, a proposito delle vere potenzialità di ognuno. Lo aiuta a vedere oltre il visibile, pur restando centrato nel mondo fisico, dote essenziale di ogni leader che voglia impegnarsi luminosamente per indicare una via: e precisamente quella via che ciascuna anima ha scelto per se stessa.

 

Scomponiamo, ora il simbolo in tre movimenti, partendo dall’alto:

 

Primo movimento:

Queste sono scintille stilizzate, che vengono associate alle mani del Master, e sono collegate alla sua caratteristica di trasformatore.

 

Secondo movimento:

Il piano della concretezza fisica incontra la scintilla (il Master), e viene trasformato da essa.

Il mondo fisico, cioè, viene modificato là dove il Master agisce, dando voce alla propria capacità di districarsi fra le apparenze terrene, e mostrare la via a chi ne ha bisogno.

 

Terzo movimento:

Questo è lo stesso simbolo che nelle attivazioni di primo livello corrisponde a WA, ma qui lo si traccia in modo diverso. Anche in questo contesto è associato all’elemento legno, e indica la sostanza che si trasforma, e che può trasformare: ciò che per sua costituzione può incendiarsi a contatto con il fuoco (con la Luce), e trasformarsi in fiamma che, a sua volta, agisce trasformando. Qui indica in modo specifico la fiamma della Luce divina.

 

Il Master, dunque, è una scintilla. La trasformazione luminosa che avviene in lui, gli permette di agire sul piano fisico per la trasformazione luminosa degli altri, con cui interagisce.

A prescindere dal grado di capacità del Master di guardarsi dentro, e lavorare consapevolmente per trasformarsi, il simbolo YONG codifica e trasporta questa particolare energia. Chiaramente poi ciascun Master agisce in questo senso, secondo le proprie reali capacità e volontà.

 

Notate inoltre che nell’iconografia del simbolo le due mani dell’uomo che trasportano la Luce (cioè le scintille), e che sono terrene, si trovano al di sopra, nella zona normalmente dedicata alla spiritualità. La fiamma della Luce divina, invece, che è pura spiritualità, si trova al di sotto, nella zona normalmente dedicata al piano fisico. Questo accade, secondo me, in quanto YONG rappresenta l’unione degli opposti, del Cielo e della Terra, dell’alto e del basso, e quando si opera questa congiunzione ciò che è in alto può stare anche in basso, e quello che è in basso può trovarsi anche in alto.

Così il simbolo YONG può essere letto indifferentemente in questi due modi:

a – La Luce divina sostiene il piano fisico, su cui si trova il Master, come scintilla.

b – Il Master, in quanto scintilla, trasformando il piano fisico, vi produce la diffusione della Luce divina.

 

Attraverso Yong il Master percepisce la composizione a strati della realtà, cioè i diversi livelli su cui questa si manifesta e, congiungendo quelli spirituali più alti con il piano fisico, trasforma questo secondo le leggi di quelli, in armonia con l’ordine naturale.

In modo particolare YONG aiuta il Master a individuare quello che, in se stesso e nel suo ambiente, ostacola l’esercizio delle proprie doti di capo, e lo scioglie trasformandolo, secondo il cammino che lui ha scelto, nell’ottica dell’emersione delle proprie doti di leader.

Inoltre YONG è anche il simbolo che permette la trasmissione di tutti gli aspetti del Reiki, codificati nei simboli dei vari livelli.

 

Se desiderate ricevere da me informazioni più dettagliate sulle mie attivazioni e sui miei seminari Reiki, potete contattarmi inviandomi un messaggio tramite il modulo della sezione Contatti. Per informazioni generiche sui servizi che offro, riguardo al Reiki, potete anche leggere qui.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto fammelo sapere con un “Mi piace”, e condividilo sui tuoi social, così che chi sta cercando queste informazioni, riesca a trovarle più facilmente.

Grazie di cuore!

Ester

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *