APRIRSI ALL’IGNOTO: COME CAMBIA LA NOSTRA REALTA’

Carissimi, vi lascio qui questo breve articolo, che è parte di un dialogo con i miei Maestri, di alcuni anni fa. Spero che possa esservi utile.

 

“Come riusciamo a creare le condizioni che vogliamo nella nostra vita, quando ci apriamo all’ignoto, allontanandoci da quello che conosciamo di noi stessi?”

 

“La vostra fisicità ha tutto l’occorrente per essere consapevole del Regno Celeste. Quando vi allontanate da quello che conoscete di voi stessi, si aprono dei canali in cui le energie divine possono scorrere. La comunicazione fra l’Io fisico e quello più alto migliora notevolmente; siete più pronti a cogliere le intuizioni e a fidarvene, e vi si chiariscono le idee.

 

All’inizio, quando questi canali cominciano ad aprirsi, siete consapevoli solo di quello che non volete, e di ciò che vi rifiutate di essere. Ma, dal momento che nella realtà unitaria dello Spirito gli opposti sono armonicamente collegati, la consapevolezza di ciò che non volete, vi porta gradualmente a cogliere quello che volete.

 

Essere consapevoli di ciò che volete, e che volete essere, vi conduce ad avvertire questa nuova condizione come un aspetto di voi che avete necessità di reintegrare, e cominciate a chiamare, coscientemente o no, persone, eventi e situazioni che possono aiutarvi a sentirvi riuniti a questa vostra parte.

 

Il vostro Spirito è la vostra individualità, che è semplice e profonda: desidera essere in armonia con se stessa e con tutto l’Universo, e vivere e creare nell’amore e nella gioia.

 

Quando sul piano fisico aprite i canali di comunicazione che vi collegano al vostro Spirito, la natura luminosa di questo confluisce nella vostra realtà ordinaria più facilmente, rendendo la vostra vita sempre più in sintonia con i criteri della Creazione divina.”

Da un dialogo con i miei Maestri – Anno 2010

 

Trovate altri messaggi di Luce da altri dialoghi con le mie Guide qui e anche qui

 

 

Se hai trovato interessante questo articolo fammelo sapere con un “Mi piace”!

Ti chiedo anche di condividerlo sui tuoi social, così che chi ha bisogno di leggerlo, riesca a trovarlo più facilmente.

Grazie di cuore!

Ester

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *