TECNICHE DI BASE PER MEDITARE: CONTROLLO DEL RESPIRO, RILASSAMENTO DEL CORPO E RADICAMENTO A TERRA

Se non avete mai provato a meditare, cari amici, forse questi semplici consigli potranno esservi utili.

 

Prima di tutto trovate un luogo tranquillo, e quanto più possibile silenzioso. Potete sedervi sul pavimento, nella classica posizione a gambe incrociate, oppure su una sedia comoda, o su una poltrona, purchè non troppo avvolgente. Potete anche sdraiarvi sul letto ma, se non siete abituati a meditare, o se siete particolarmente stanchi, ve lo sconsiglio: c’è, infatti, il rischio che vi addormentiate, e questo non deve accadere.

 

Non indossate vestiti stretti o cinture, per non ostacolare il libero fluire del respiro, né tacchi alti, perché le piante dei vostri piedi devono aderire bene a terra.

 

Cominciate a respirare in questo modo: inspirate lentamente e profondamente dal naso, senza forzare, poi, senza trattenere il respiro, espirate dal naso o dalla bocca in modo continuo e lento: in questo modo il respiro fluisce e rifluisce dolcemente, come un’onda. Continuate per due o tre volte e poi tornate al vostro normale ritmo di respirazione. Ora, se non lo avete già fatto, potete chiudete gli occhi.

 

Passate adesso a rilassare progressivamente tutti i muscoli del vostro corpo. Procedete dai piedi fino alla testa, portando l’attenzione, via via, sui piedi, sulle gambe, sulla schiena, sull’addome e sul petto; sulle spalle, le braccia e le mani; sul collo e la nuca. Rilassate bene anche tutti i muscoli del viso, compresa la mandibola, le labbra e la lingua. Ogni volta che ponete l’attenzione su un gruppo di muscoli, cercate di sentirli caldi, morbidi e pesanti. Per facilitare questo potete ripetere mentalmente le parole: peso, calore, contatto con il piano di appoggio. Procedete lentamente, anche se questo dovesse prendervi molto tempo: nella meditazione non bisogna avere fretta. Se mediterete regolarmente, vedrete che riuscirete a rilassarvi sempre più velocemente.

 

Quando sentirete tutti i muscoli pesanti sarete pronti per procedere con la meditazione vera e propria: se è una meditazione con visualizzazioni guidate, cercate di “vedere” quello che vi viene suggerito. Se è una meditazione a mente vuota, invece,  svuotate la mente, concentrando l’attenzione, all’inizio, sul vostro cuore, o sulla vostra fronte. Se dovessero arrivare pensieri, di qualunque genere, lasciateli fluire fuori di voi, restando calmi e rilassati.

 

Una cosa che consiglio sempre, a prescindere dal tipo di meditazione che fate, è quella di tenere sempre accanto a voi un foglio e una penna, in modo da poter scrivere, subito dopo la meditazione, eventuali cose che vi hanno colpito: immagini, suoni, pensieri e così via. Questo perché la mente cosciente tende a cancellare quello che ha registrato durante la meditazione, mano a mano che passa il tempo. In questo modo, invece, potrete tornare, nei giorni o nelle ore successive alla meditazione, sulle cose che vi hanno colpito e, magari, riuscirete a cogliere indizi preziosi, o a vederle in un modo nuovo e più distaccato, cosa che può tornare utile.

 

Per uscire da uno stato meditativo, soprattutto se profondo, è molto indicata la tecnica del radicamento a terra, che consiste in questo: dovete immaginare che dalle piante dei vostri piedi fuoriescano delle radici lunghissime, e molto robuste, che si ancorano saldamente nel terreno sotto di voi. Allo stesso modo ponete l’attenzione sul vostro coccige, immaginando che si prolunghi come una sorta di coda, che si ancora anch’essa nel terreno sotto di voi. Immaginate di venire tirati dolcemente, ma con forza, verso il basso. Quando vi sentirete ben centrati, potrete cominciare a risvegliare il vostro corpo, muovendo dolcemente polsi e caviglie, stringendo e aprendo i pugni, sbadigliando e stiracchiandovi e poi, quando vi sentirete pronti, riaprite lentamente gli occhi e tornate alle vostre normali attività.

 

Conoscevate già queste tecniche? Le avete già collaudate? Come vi siete trovati?

Parlatemene qui lasciando un commento: mi farà molto piacere leggerlo…

 

Intanto vi saluto lasciandovi questo video, in cui vi guido ad una delle meditazioni che troverete nel mio libro “Luci dell’Anima”. Il suo titolo è “Dietro la porta di Luce”, e vi guiderà all’incontro con i vostri Maestri luminosi.

Per maggiori informazioni sul libro, cliccate qui.

Potete anche visitare la mia pagina Facebook Luci dell’Anima , in cui troverete estratti dei testi di meditazione.

A presto e un abbraccio di Luce per voi !

Con amore

Ester

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *